Progetto “Siamo tutti giornalisti”: intervista a Bruno

Progetto "Siamo tutti giornalisti": intervista a Bruno

Intervista a Bruno,

operaio chimico dell’ astigiano

 

Ci troviamo in un bar della città a intervistare Bruno davanti ad un caffè

 

Ragazzi Ciao, come ti chiami?

Bruno Ciao ragazzi, io mi chiamo Bruno [sorride un pò intimidito]

 

Ragazzi quanti anni hai?

Bruno 57 anni appena compiuti!!!

 

…anche con un po’ di ritardo parte un coro di auguri dal gruppo degli intervistatori!!!

 

Ragazzi prima di parlare di cose serie come il lavoro, abbiamo un’altra domanda da farti…sei fidanzato??

Bruno [parte una risatina] in realtà no, ma ho due mogli

 

Ragazzi Due mogli?? Ma loro lo sanno??

Bruno [sempre ridendo..] no, con una sono divorziato e di conseguenza ora ne ho solo più una che amo!

Ragazzi: hai dei figli?

Bruno si un figlio che si chiama Federico e abita a Palermo.

 

Ragazzi Ora, cambiamo un po’ discorso…facciamo i seri…raccontaci qualcosa di te, cosa hai studiato, che lavoro fai e ti piace quello che stai facendo?

Bruno avevo iniziato a fare l’alberghiero, ma col tempo ho capito che non faceva per me…il sogno di fare il cuoco è sfumato lasciando solo il piacere di mangiare bene

 

Ragazzi anche a noi piace un sacco mangiare!!![risatine generale]

Bruno prosegue: ora faccio l’operaio chimico, sapete cosè?

 

 

Ragazzi noooo

Bruno la mia mansione Ë quella di stampare gomme con uno strumento che si chiama pressa all’ interno di una fabbrica molto grande.

La mia giornata lavorativa inizia alle 5.30 con la sveglia alle 4,30 e si conclude alle 13.00.

Con il passare del tempo le mie competenze sono aumentate sempre di più˘ in questo lavoro, fino ad arrivare ad oggi, dove ho raggiunto il quinto livello, ossia il livello più alto nella mia mansione. Questo mi permette anche di prendere un buon stipendio e di conseguenza di poter mantenere la mia famiglia.

 

Ragazzi anche se sei grande, hai paura di qualcosa?

Bruno si, ho paura dell’ignoranza di alcune persone, che come raccontano alcuni fatti del passato hanno fatto sì che si commettessero ingiustizie e violenze.

 

Ragazzi Grazie Bruno per averci raccontato un po’ di cose di te ed averci insegnato cose nuove. Magari la prossima volta che ci incontreremo potrai, se vorrai raccontarcene altre. E’stato un piacere conoscerti!

Bruno grazie a voi ragazzi, per l’attenzione e la simpatia dimostratami. Alla prossima!

 

 

Valerio

Simone

Edoardo

 

 

Questa Ë la nostra prima intervista,

ad un uomo comune,

semplice

 come noi, un amico.

Alla prossima intervista

 

Simona Rivera e Debora Sozio 

Progetto “Siamo tutti giornalisti”: intervista a Bruno ultima modifica: 2020-02-02T09:45:07+00:00 da TuttiFuori.net

Commenti