Intervista ai Vigili del fuoco di Asti

Intervista ai Vigili del fuoco di Asti

Rieccoci dalla redazione della comunità di Celle Enomondo, caldo ancora di stampa, il nostro secondo articolo !
Questa settimana abbiamo avuto líonore di chiacchierare con i vigili del fuoco del dipartimento di Asti!!
..Buona lettura!!

<< Noi non ci definiamo dei supereroi ma personale addestrato ad affrontare situazioni prevalentemente di pericolo.>>
Per diventare vigile occorre effettuare un corso di sei mesi a Roma per poi esser collocato nelle varie sedi sul territorio italiano.
..A parlare sono Gianmaria e Flavio, due vigili del fuoco che oggi pomeriggio ci hanno dedicato una parte del loro prezioso tempo.
Loro fanno parte della sede di Asti, la principale sul territorio provinciale piemontese, oltre a quella di Nizza Monferrato, Canelli e Cocconato.
Siamo in turno giorno e notte, ovvero ìh 24î per 365 giorni allíanno,12 ore al giorno e riposi annessi.
La nostra giornata tipo, inizia alle 8:00 e termina alle 20:00 o viceversa in base al turno.. tendenzialmente al mattino si fa il controllo dei mezzi :
i camion vengono messi in cortile e controllati dal punto di vista funzionale e un controllo generale dellíattrezzatura; se non si parte per degli interventi investiamo il nostro tempo in piccoli lavori di manutenzione oltre che dei mezzi, anche degli ambienti, e molto addestramento!
La nostra missione principale si chiama Soccorso Tecnico Urgente che si divide nel:
– soccorso delle persone di diverso tipo (in seguito ad incendi, incidenti..)
– soccorso degli animali
– soccorso a cose delle persone (macchina incendiata..)
Negli interventi non indossiamo abiti comuni ma dispositivi di protezione individuale ovvero un abbigliamento idoneo che comprende pantaloni, giacca, guanti di un materiale particolare, scarponi e un caschetto.
Per recarci sul luogo dellíemergenza utilizziamo dei mezzi appositi con cisterne che oltre allíacqua possono contenere delle miscele particolari necessarie al soffocamento e spegnimento del fuoco : líaddetto alla preparazione di tali miscele Ë líautista.
La squadra di emergenza Ë composta da 5 vigili aventi ognuno un ruolo nello specifico, di cui un caposquadra al quale si deve far riferimento.
Valerio, Edoardo , Liberata ed Ester ascoltano in un silenzio ricco di interesse e rispetto.. Hanno una domanda da porre loro, molto importante e delicata:
quali sono per voi, gli aspetti negativi e quali invece positivi ed interessanti del lavoro che avete scelto?
Lí aspetto negativo di questo lavoro Ë un po’ confrontarsi con la sofferenza delle persone, e ciÚ che Ë ancora pi˘ difficile Ë il riuscire a non esser coinvolti emotivamente in tutte quelle situazioni di dolore e paura. Tutto ciÚ perÚ Ë superabile grazie ai grandi aspetti positivi di questo lavoro ovvero la grande famiglia che si crea tra i colleghi, e líessere appagato quando si riescono a salvare vite : Ë una soddisfazione personale davvero molto importante e bella..!!

Siamo giunti al termine dellíintervista, avreste voglia di raccontarci un episodio divertente che vi Ë capitato e condividerlo sul nostro giornalino? Ed un altro critico?
inserire i due video

Dopo questa intervista siamo rimasti affascinati da questa realt‡..
E in noi Ë nata un po’ la voglia di far parte di questa forte squadra!
..altri, come Valerio continuano ad aver paura delle altezze..anzi.. di tutto!!!!
Ringraziamo nuovamente i vigili del fuoco di Asti i quali ci hanno accolto in un modo molto caloroso facendoci sentire parte di questa loro famiglia.. Grazie per i giri sui mezzi con tanto di sirene accese!
Ci rivedremo presto .. vi porteremo un nostro disegno che rappresenta le emozioni vissute durante questa esperienza!
Dunque.. arrivederci! A presto!

 

Valerio
Omar
Edoardo
Ester
Rebecca
Liberata

Intervista ai Vigili del fuoco di Asti ultima modifica: 2020-02-13T09:09:01+00:00 da TuttiFuori.net

Commenti