Intervista a Rita Bondani

Intervista a Rita Bondani

Eccoci ad un’altra puntata del nostro viaggio attraverso i Percosi di vita da cui possiamo trarre ispirazione e spunti per compiere il nostro al meglio…

Oggi ci troviamo immersi nel verde, nella splendida cornice delle langhe astigiane, precisamente a Castel Rocchero.

Più precisamente nel quartier generale della Comunità Pandora e la nostra “vittima” odierna è la signora Rita Bondani, coordinatrice delle Comunita’ della società Pandora.

La foto-reporter Martina è rapita dalla bellezza del paesaggio che ci circonda e dalla quiete del luogo in cui ci troviamo.

Rita ci accoglie negli uffici con un bellissimo sorriso…” Buongiorno ragazze!” Grazie… ci fa accomodare nel suo ufficio…

V. “ Buongiorno, posso chiederle subito quanti anni ha?”, chiede la nostra, con imbarazzo, Vanessa, reporter per un giorno.

Ride Rita “ Certamente, ho 68 anni”.
V.” Da dove viene?”
R.” Parma, Emilia Romagna”.
V. “ Di che cosa si occupa principalmente nella sua attività?”
R. “ Sono responsabile di tutte le Comunita’della Società Pandora”. V. “ Che cosa voleva fare da piccola?”

R. “ A dire la verità ho sempre voluto dedicarmi agli altri, a chi ha bisogno, insomma ho sempre sentito il bisogno di dare e di offrire aiuto”.

V.”Qual è una delle cose belle del suo lavoro?”

R.” Vedere la serenità e la felicità delle persone ospiti nelle Comunità”

V. “ Una cosa, invece, poco piacevole?”

R.”La frustrazione nel sapere, vedere, che dopo impegno e dedizione un ragazzo/ una ragazza a cui abbiamo donato tempo e lavoro non ce la fa a compiere al meglio il suo Percorso”.

V. “ Cambierebbe qualcosa del suo lavoro?”

R. “ Francamente nulla, non cambierei proprio nulla, vorrei anzi migliorarlo più che posso”.

V.” E’contenta del suo percorso di vita fin qua intrapreso?”

R. “ Certamente… il mio percorso come vi ho detto inizia a Parma, mi occupavo di ricerca all’ospedale, mi occupavo piu’ precisamente di anatomia patologica.

Mi innamoro e mi sposo, nasce la mia prima figlia Francesca (arrivera’ poi anche Raffaele n.d.r.), e mio marito viene trasferito in Piemonte… mi ritrovo ad un bivio il lavoro e vivere la famiglia divisa e vederla

riunita solo il sabato e la domenica o riunire la famiglia e trasferirmi in Piemonte. Decido per la seconda ipotesi, la famiglia prima di tutto.

Ma ferma non ci so stare, mi viene proposto di aprire una comunità e mi getto nell’avventura. Inizialmente apriamo la Comunità adulti a Castel Rocchero poi Calamandrana.

Poi ci chiedono anche di aprire per i minori. La prima è stata la comunità di Castel Boglione, poi Cavagnolo e le altre di Celle e l’ultima Nizza Monferrato ma non è finita qui…

Il mio è un percorso in itinere con ancora tanta voglia di mettersi in gioco”. V. “ Ma non ha voglia di andarsene un po’ in pensione?”, ride.

R. ( ride di gusto n.d.r.) “ Alle volte vorrei ma non ci penso proprio. Io sono qui, per Voi… Voi siete i miei ragazzi e io saro’, fino a quando potro’, qui per Voi e con Voi”.

Grazie, grazie Rita per questa forte e bella iniezione di energia, di voglia di fare, di altruismo. Ci parla con gli occhi vividi e lucidi pieni di grinta e di una smisurata passione.

Grazie, (dice Martina) abbiamo incontrato una persona gentile, che si impegna a fare al meglio il suo lavoro e che ci ha fatto vedere e soprattutto “sentire” il suo lato umano…

…alla prossima puntata…

Martina

Vanessa

Flavia Comiotto

 

Intervista a Rita Bondani ultima modifica: 2020-02-13T09:17:12+00:00 da TuttiFuori.net

Commenti